ZANETTI: “L’UNICA CLASSIFICA CHE CONTA E’ QUELLA DI MAGGIO” “

Paolo Zanetti arriva in sala stampa con il volto sorridente. Ha superato a pieni voti il corso per allenatore Uefa (il migliore in assoluto come punteggio assieme a Stellini) ed è primo in classifica: “Non voglio smorzare alcun entusiasmo però l’unica classifica che conta è quella di maggio. Questa estate non avrei comunque mai pensato di ritrovarmi primo dopo cinque giornate. Siamo una squadra con tanti pregi e pure difetti su cui lavorare. Adesso dobbiamo tenere basso il livello di presunzione e alto quello dell’umiltà: ci aspettano sfide difficilissime contro Cremonese, Pescara e Chievo. L’entusiasmo dei tifosi è giusto ma i giocatori debbono pensare solo a lavorare. Sulla vittoria odierna dico che quando si va subito in vantaggio spesso si subisce la reazione dell’avversario. Siamo stati bravi a tenerlo e poi colpirlo, sentivo che avevamo la possibilità di far male. Ninkovic arrabbiato per la sostituzione? No, solo perché l’arbitro per uscire lo ha costretto a fare tutto il giro del campo…”.