VENTURA DELUSO: “AVVERSARIO ALLA PORTATA, TUTTI DEMERITI NOSTRI, GOL REGALATI”

“Non vogliamo togliere nessun merito all’Ascoli, ma ci sono quasi esclusivamente demeriti nostri”. Così Ventura inizia il suo commento alla sconfitta del Del Duca. “Era una partita assolutamente alla portata della Salernitana -prosegue il tecnico campano-  purtroppo abbiamo regalato tre gol e diventa difficile parlare della gara. Sul 2-0 eravamo in otto sulla linea di porta e la palla è passata, la terza rete è incommentabile. In caso di 3-3 avremmo avuto un punto in più, è vero, ma nulla avrebbe cancellato determinate cose che non mi sono piaciute. Poi vedo la reazione negli ultimi 20-25 minuti e mi arrabbio ancora di più. Ha senso andare ai playoff se meriteremo di potercelo giocare. Se siamo quelli del primo tempo non meritiamo nemmeno di qualificarci agli spareggi, ci sono delle riflessioni che servono per il futuro immediato e per quello che verrà. Non mi sarei mai aspettato un secondo tempo del genere, la Salernitana può essere quella dell’ultima mezz’ora, pur perdendo raziocinio. Ho visto una determinazione importante, ma le gare durano 90 minuti e andare a sprazzi non ci porterà da nessuna parte. Può darsi che sia un grandissima squadra allenata male o che sia una squadra che ha bisogno di tempo per migliorare. Sono deluso, abbiamo perso contro un avversario che rispetto ma ampiamente alla nostra portata. Voglio accettare di perdere contro Crotone e Cittadella che sono squadre fortissime e che sono partite con ben altre basi. Se però pareggio 3-3 all’ultimo minuto contro questa Cremonese e perdo a cospetto dell’Ascoli è evidente che devo fare delle riflessioni.  Vogliamo commentare i tre gol di stasera? Abbiamo preso gol impensabili, se poi vogliamo vedere una catastrofe tattica è un altro discorso. Succedono cose che non sono molto logiche, ci sono tantissime cose in cui dobbiamo migliorare. Una volta può essere sfortuna, ma non può esserci sempre la fatalità. E’ evidente che ci sono cose da approfondire e mi fermo qua. Se vuoi andare ai playoff per fare una partita del genere è meglio restare a casa. Non sono preventivabili errori che facciamo quando il portiere avversario fa un rinvio di settanta metri, nella mia carriera non mi era mai successo. Non serve reagire col cuore in mano se poi regali gol di quella maniera. Nell’80% dei casi subiamo gol a difesa schierata e senza errori di natura tattica.”