PRIMO OBIETTIVO DI MERCATO: PIAZZARE GANZ. MA IN B SARA’ DIFFICILE

Il diesse Tesoro ed il nuovo tecnico Zanetti stanno delineando le strategie del prossimo mercato bianconero. In realtà le trattative, neppure tanto sotto traccia, sono già iniziate. Basti vedere Addae che, dopo cinque anni all’Ascoli, si è trasferito alla Juve Stabia: una neo promossa, certo, che però gli ha offerto un biennale abbastanza sostanzioso. Nell’economia di mercato il primo obiettivo è liberare il bilancio per poter reinvestire. In testa alla lista c’è il proposito, non facile, di piazzare altrove Simone Ganz che è forte di un ricco contratto che lo lega all’Ascoli fino al 2021. Difficile (e molto) sarà riuscire a trasferirlo in una squadra di serie B: lo score degli ultimi campionati e la serie di incredibili espulsioni rimediate nel passato torneo non depongono a suo favore. Il piano di riserva è presto detto e sempre che il diretto interessato accetti: scendere in C, magari allettato da propositi di rilancio in una squadra ambiziosa che punti alla cadetteria. Nella terza categoria del calcio italiano però è quasi impossibile pensare ad una vendita che sarebbe troppo onerosa per le squadre di quel campionato, più realizzabile forse trovare una società che possa compartecipare al pagamento dell’ingaggio di Ganz. Almeno in tal caso l’Ascoli risparmierebbe qualcosa. In ogni caso un compito difficile per Tesoro.