POLIZIA, TRANQUILLA NOTTE DELLA “MOVIDA” NEL PICENO

Intensificati i controlli anti COVID-19.

Ancora una nottata da pienone quella appena trascorsa tra Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, con tanta gente a godere delle attrazioni organizzate nelle due città in questa estate ormai a ridosso del Ferragosto. Confusi tra il popolo della movida c’erano pure le forze dell’ordine, tra poliziotti, carabinieri, finanzieri e vigili urbani che, in base a uno specifico dispositivo operativo che si sta dimostrando efficace, erano coordinate da due funzionari della Questura, scesi in campo l’uno nel capoluogo ascolano, l’altro in Riviera delle Palme.

Ad Ascoli Piceno il consueto struscio tra Piazza del Popolo e Piazza Arringo non ha provocato disagi, se non qualche telefonata al 113 per schiamazzi, meno del solito rispetto a qualche settimana fa. Le pattuglie hanno passato al setaccio la zona di piazza san Tommaso e quelle limitrofe a via del Trivio, ma anche quelle dove hanno sede i locali più in voga in questo periodo, trovando persone che parlavano tra loro, la maggior parte sedute ai tavoli e neppure a voce alta. Anche il Colle San Marco è stato monitorato ma lì, a differenza di quanto avvenuto le ultime settimane, nessuno si è azzardato ad accendere fuochi per fare una grigliata o solo scaldarsi per il freddo, verosimilmente per il timore di essere scoperto e sanzionato. Un equipaggio della Squadra Volanti della Questura ha risolto un diverbio tra due persone in zona Monticelli, sorto per futili motivi, tant’è che uno dei litiganti è riuscito a tornare a casa indisturbato. Nel tardo pomeriggio un’altra Volante e una pattuglia della Polizia Municipale, impegnate nel dispositivo operativo volto a impedire la diffusione del COVID-19, predisposto dalla Questura e attivo dallo scorso marzo in tutti i comuni della provincia di Ascoli Piceno, si sono recati presso l’abitazione di una persona positiva al virus, al fine di verificare che la stessa fosse in casa a osservare la quarantena. Era tutto in regola e, ovviamente, i controlli proseguiranno costanti, ma quel morbo potrà essere vinto solo con le condotte virtuose di tutti, tant’è che le recenti disposizioni governative hanno confermato l’obbligo di usare la mascherina nei luoghi chiusi o quando all’aperto non si riesce a stare a distanza di un metro l’un dall’altro, nonché la necessità di lavarsi continuamente le mani.

A San Benedetto del Tronto ha sortito il suo effetto il continuo pressing delle forze dell’ordine vicino ai locali più affollati, in particolare le discoteche sul lungomare, tant’è che non si sono registrati episodi cruenti. Solo qualche lite tra coppie di fidanzate o tra amici, subito smorzate dagli addetti alla security, che hanno prontamento chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. C’erano anche le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Piemeonte che, insieme a quelle del Commissariato, sono state supportate fin dalla mattina da un elicottero della Polizia di Stato, giunto dal Reparto Volo di Pescara. I poliziotti sono intervenuti presso alcuni locali poiché al 113 era stata segnalata sul posto la presenza di persone assembrate. In realta era tutto sotto controllo, con gli avventori a distanza di sicurezza tra loro. Una Volante è anche intervenuta presso un albergo a causa del diverbio scaturito tra il proprietario e il titolare di una discoteca, che in quella struttura recettiva si era impegnato a pagare il pernotto per alcuni suoi dipendenti. Tra i due sono volate scintille, poiché l’albergatore ha riferito agli agenti di aver subito un torto dall’altra persona, che gli avrebbe sottratto un dipendente portandolo a lavorare in discoteca. Poi i due litiganti si sono accordati e la Volante, avendo ricomposto quel privato dissidio, ha ripreso zona.

Al termine della notte il Questore di Ascoli Piceno ha ringraziato le forze dell’ordine scese in campo quella sera, sottolineando ai Funzionari che le avevano coordinate l’importanza del lavoro svolto ogni giorno con dedizione e pazienza, nell’attesa di replicare tutto a San Lorenzo, con gli occhi di tante persone che punteranno verso il cielo per esprimere desideri a ogni stella caduta.





http://www.fotospot.it

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.