MONTEPRANDONE, CELABRATA LA “GIORNATA DELL’ALBERO”

Alla presenza degli alunni e dei Carabinieri Forestale di San Benedetto sono state piantumate quattro essenze arboree nel parco “Il Boschetto” e nel giardino della scuola di via Benedetto Croce.

Con la messa a dimora di quattro nuove essenze arboree, l’Amministrazione comunale in collaborazione con i Carabinieri Forestale di San Benedetto del Tronto, Legambiente Marche e l’Istituto comprensivo di Monteprandone, ha celebrato oggi, lunedì 22 novembre, la “Giornata Nazionale degli Alberi” e “Festa dell’Albero”.

Sono stati piantumati un gelso nero e un leccio presso “Il Boschetto” a Monteprandone e un corbezzolo e un leccio presso il giardino della scuola di via Benedetto Croce a Centobuchi: tutte piante dalla valenza educativa e didattica in quanto gli alberi scelti sono esemplari che valorizzano le tradizioni locali legate all’albero e la vivibilità degli insediamenti urbani locali.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco Sergio Loggi, il vicesindaco all’istruzione Daniela Morelli, l’assessore ai parchi e verde pubblico Fernando Gabrielli, il consigliere all’ambiente Sergio Calvaresi, il Comandante della Stazione Carabinieri Forestali di San Benedetto del Tronto il Vicebrigadiere Massimo Lori e l’appuntato scelto q.s. Manuela Taffoni, la professoressa Giada Siliquini referente dei progetti per l’Istituto Comprensivo e l’architetto Alessio Tomassini responsabile servizio ambiente del Comune.

Circa 60 le bambine e i bambini della scuola dell’infanzia e primaria di Monteprandone e della primaria di Centobuchi, accompagnati dalle insegnanti, hanno assistito al momento con cappellini, medaglie, gagliardetti in mano. A Monteprandone hanno intonato una canzone dedicata alla giornata dell’albero, mentre a Centobuchi hanno dato un nome a un esemplare: “lo vogliamo chiamare Desiderio perché gli affidiamo tutti i nostri desideri”.

Nel suo intervento il Comandate Lori ha spiegato agli alunni l’importanza del progetto “Un albero per il futuro” promosso dal Ministero della Transizione Ecologica e dei Carabinieri Forestali.

“Ogni albero viene identificato e registrato nel punto esatto dove è stato piantato e seguito nella sua crescita. Attraverso un sito, si potrà conoscere quanta anidride carbonica è stata assorbita dai nostri alberi, ma anche da tutti quelli piantati oggi in tutti i Comuni d’Italia. Tutti insieme – ha concluso Lori – formeremo un grande bosco diffuso su tutto il territorio Italiano che contribuirà a trattenere una grande quantità di anidride carbonica, producendo ossigeno, contrastando i cambianti climatici e potranno essere una ‘casa’ per gli animali”.

Rivolgendosi agli studenti il sindaco Sergio Loggi ha dichiarato: “Questi alberi oggi piccolini come voi, cresceranno insieme a voi e diventeranno grandi e belli. Prendendovi cura di loro, come fanno le vostre famiglie con voi, produrranno tanto ossigeno e cresceranno rigogliosi per il bene di tutta la nostra comunità e per rendere il nostro Comune sempre più green”. Infine ha ricolto un ringraziamento alla scuola, ai Carabinieri, a Legambiente per l’impegno che mettono ogni giorno sui temi ambientali.




http://www.fotospot.it

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.