“LINEA BIANCA”, ASCOLI SPETTACOLARE FRA NATURA E CULTURA

Buca lo schermo “Linea Bianca”. La trasmissione di Rai 1 condotta con grande padronanza e professionalità da Massimiliano Ossini ha mostrato oggi ai telespettatori una Ascoli spettacolare, cullata fra splendida natura e grande cultura: è venuto fuori il Piceno piegato ma non abbattuto da sisma e pandemia. Illustrate dalle suggestive immagini aeree dei droni si sono potute ammirare da una visione insolita le bellezze architettoniche della città, la Pinacoteca Civica illustrata dal professor Gian Luca Gregori dell’Università Politecnica delle Marche, la rinascita del rifugio Zilioli sul Monte Vettore raccontata dal presidente Cai Ascoli Paola Romanucci, l’attività del soccorso alpino di Montefortino ed Ascoli, la cucina di autentico prodotti locali dello chef Enrico Mazzaroni del “Tiglio” di Isola San Biagio, le gole dell’Infernaccio con il professor Andrea Spaterna presidente del Parco dei Sibillini, le piane di Castelluccio, l'”Albero del Piccioni”, un’intervista “impossibile” allo stadio Del Duca a Costantino Rozzi e l’invito alle  donazioni del sangue da parte del direttore dell’Area Vasta 5 Claudio Angelini e della Polizia di Stato in Piazza del Popolo. Sicuramente un’ora di spettacolo da vedere e, anche, rivedere.