LE PAGELLE: KRAGL SU TUTTI, BENE I CENTRALI, I CENTRAVANTI NON TIRANO MAI

LE PAGELLE BIANCONERE

LEALI 6,5–  Nel primo tempo lavoro di ordinaria amministrazione. Nella ripresa prodezza su Tabanelli e salva su Novacovich, nulla può su Salvi.

PUCINO 6 – La fascia da capitano gli giova. Si trova spesso nella posizione giusta ma si “mangia” un gol quasi fatto.

BROSCO 6,5 – Baluardo invalicabile di testa e di piede.

SPENDLHOFER 6,5 – All’esordio in bianconero si comporta come… Brosco.

KRAGL 7  Non aveva bisogno di presentazioni e si è visto. Personalità, esperienza, visione di gioco e tiro. Meglio il primo tempo che la ripresa, perde Salvi sul gol. Nel recupero gran punizione a sbattere sulla traversa.

CAVION 6 – Solito motorino instancabile con qualche errore di misura di troppo.

SARIC 6 – Chiamato in cabina di regia non demerita e va anche al tiro. Vivace, cala nella ripresa.

SABIRI 6,5 – Vuole partire sempre in dribbling e spesso ci riesce anche se qualche volta eccede. Una sua perfetta apertura manca Chiricò verso il portiere avversario. Nella ripresa prova il tiro e la percussione ma non passa.

CHIRICO’ 6,5 – Mette sempre in allarme la difesa ciociara. Pericoloso al tiro ma non inquadra la porta per centimetri. Ad inizio ripresa commette un’ingenuità colossale che poteva costare lo svantaggio all’Ascoli.

 BAJIC 5,5 – Pivot da area aspettando il pallone buono. Non combina molto.

PIERINI 5,5 – Si vede che ha qualità ma  non riesce ad incidere come vorrebbe.

VELLIOS 5,5 – Entra nella ripresa e lotta su tutti i palloni ma non tira mai in porta.

CANGIANO 5,5 – Si vede poco.

GERBO N.G. – Pochi minuti finali.

MATOS N.G. – Entra a quattro minuti dal novantesimo.