L’ASCOLI AFFONDA IN LAGUNA ED IN CLASSIFICA (FOTOGALLERY)

Non basta un buon primo tempo dell’Ascoli, seppur graziato due volte a botta sicura da Fiordilino, per uscire con qualcosa in mano dal Penzo nonostante il vantaggio al riposo con una rete di Pucino. Nella ripresa i bianconeri escono letteralmente di scena e spalancano la strada al Venezia dell’ex Zanetti che ribalta il risultato con una perla di Aramu e una rete del sempre pericoloso Fiordilino. Finisce 2-1 per i veneti con l’Ascoli che affonda in laguna e anche in classifica: questa sera la squadra di Bertotto è al terz’ultimo posto.

Ci fermiamo qui e lasciamo parlare le cifre. Otto partite, cinque sconfitte, una vittoria sulla Reggiana già alle prese con l’emergenza Covid e a cui è stato annullata la rete nel pari in pieno recupero per questione di centimetri, un pari a Brescia giocando tutta la ripresa con l’uomo in più ed un altro con l’Entella gentile regalo-papera del portiere ospite.

Il tirare le somme lo lasciamo a chi di dovere.

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli (74′ Molinaro); Fiordilino, Taugourdeau, Maleh (73′ Cringoj); Aramu (81′ Cremonesi); Forte (81′ Bocalon), Capello (60′ Di Mariano). A disp. Pomini, Ferrarini, Marino, Rossi, St Clair, Karlsson, Svoboda. All. Zanetti

ASCOLI (3-4-1-2): Leali; Brosco, Avlonitis, Spendlhofer (79′ Vellios); Pucino, Cavion (79′ Gerbo), Saric, Kragl (60′ Pierini); Sabiri; Chiricò (79′ Cangiano), Tupta (58′ Bajic). A disp. Ndiaye, Sarr, Ghazoini, Matos, Eramo, Sini, Lico. All. Bertotto

ARBITRO: Amabile di Vicenza

RETI: 13′ Pucino, 55′ Aramu, 67′ Fiordilino

NOTE: ammoniti Mazzocchi, Cavion, Brosco, Gerbo, Fiordilino. Espulso all’88’ Brosco per somma di ammonizioni. Rec. 0′ pt, 3′ st.