LA CARICA DI PETRONE: “POSSIAMO VINCERLE TUTTE”

Forlì-Ascoli una partita che per l’Ascoli vale tanto, anche alla luce di quello che succederà stasera fra Reggiana ed Ascoli. <Io non tiferò per nessuno -taglia però corto Petrone- solo per la mia squadra…>. Il tecnico punta deciso al bottino pieno: <Giocheremo per vincere, su questo non ci sono dubbi e abbiamo in testa solo quello. Non vediamo l’ora di giocare perché vogliamo dire la nostra fino alla fine. Squalifiche ed infortuni non mi riguardano: mi aspetto solo una prestazione importante dei miei. Il morale è quello di sempre, fatto di serenità e concentrazione>. Il Forlì non è certo da sottovalutare: <Soprattutto perché è in casa che ha conquistato gran parte dei punti che ha in classifica -sottolinea Petrone- e il mio collega Firicano vuole salvarsi. Nelle ultime tre giornate ha conquistato solo un punto ma dovremo ugualmente guardarci dalla coppia di attacco Melandri-Docente, veloce, ben assortita e che gioca assieme da tempo>. Sulla formazione mister Petrone non ha possibilità di pretattica. Giusto la difesa può concedergli qualche alternativa in più ma il tecnico non fa drammi: <Siamo rimaneggiati solo dal punto di vista numerico perché l’Ascoli anche in queste condizioni può vincere tutte le partite. Chi giocherà è perché è in grado di dare il massimo e poi stavolta riavremo al nostro fianco i tifosi che potranno darci la solita grossa mano>. Partiranno in 800 alla volta dello stadio Morgagni ma avrebbero voluto esserci in almeno il doppio: importante sarà la massima correttezza, soprattutto per evitare di incappare in divieti per l’ultima giornata di campionato a Teramo.