GANZ NICCHIA, PIACE MONACHELLO. SPUNTA EMMANUELLO

E’ iniziata ufficialmente la sessione invernale del calciomercato e l’Ascoli è fra le più attive. D’altronde non è un mistero che la società bianconera sia una di quelle che deve modificare molto il suo organico. Nel mirino  un paio di attaccanti e Simone Ganz è sempre nel mirino. C’è l’accordo col Pescara, per stessa ammissione del presidente Sebastiani,  manca però ancora quello col giocatore che sembra nicchiare. Tutto sommato si tratta di un’operazione che costerebbe all’Ascoli circa due milioni e mezzo di euro fra acquisto ed ingaggio. Una bella cifra e i tifosi sperano che siano soldi spesi bene visto che quest’anno Ganz, dopo aver preferito in estate il Pescara all’Ascoli, in Abruzzo non ha segnato un gol collezionando con Zeman solo cinque presenze. E l’anno prima a Verona, con una squadra promossa in A, aveva timbrato il cartellino della rete avversaria solo quattro volte in ventuno presenze. Insomma un bomber da rilucidare. L’Ascoli avrebbe perciò ripreso, per cautelarsi, la corte all’attaccante Monachello del Palermo. Intanto il Lecce è sempre più vicino a Leo Perez: la punta del Picchio sembra infatti intenzionata ad accettare il contratto triennale offertogli dal club salentino.
Capitolo centrocampo. Piacciono Selasi del Pescara ed Emmanuello del Perugia dove l’ex Vercelli sta vivendo una stagione in ombra dopo quella ottima passata l’anno prima in Piemonte. Per Emmanuello, però, c’è molta concorrenza, la principale quella del Venezia e poi c’è il Carpi. A mettere tutti d’accordo alla fine potrebbe essere il senegalese Mamadou Coulibaly che rientrerà all’Udinese dal Pescara e potrebbe essere di nuovo girato in prestito questa volta all’Ascoli.