FOLIGNANO 2018 CON COMUNE E TELECAMERE. MA VILLA PIGNA BASSA?

Il 2018 a Folignano si prospetta pieno di lavori in corso. Ci sarà la videosorveglianza con telecamere su tutto il territorio, verrà ampliato il cimitero, progettate nuove scuole, sarà costruito il nuovo Municipio già finanziato per quasi due milioni e mezzo. Il sindaco Angelo Flaiani ha anche fatto capire che la struttura integrata di Villa Pigna caduta sotto il peso della neve quasi un anno fa e ormai in odore di dissequestro da parte della Procura della Repubblica di Ascoli verrà abbattuta completamente perché non antisismica per poi destinare l’area ad un provvisorio uso scolastico. Saranno infine riqualificati i marciapiedi di via Avellino e Case di Coccia. Tutti contenti, dunque? Diciamo quasi. Perché ormai come accade da anni il sindaco Flaiani e la sua giunta si ostinano a trascurare qualsiasi tipo di intervento organico a Villa Pigna Bassa (e quella Alta non è che se la passi molto meglio). Da piazza Bolivar in giù solo vie con tante buche e qualcuna tappata, dossi rallenta velocità accantonati ai margini della strada o malridotti, marciapiedi letteralmente sgretolati, arredo urbano fatiscente, illuminazione stradale che va e viene. Eppure parliamo della porta di accesso al Comune di Folignano…