FIORIN: “DOBBIAMO FARE DI PIU’ DAVANTI ALLA PORTA AVVERSARIA”

Ascoli-Venezia, ovvero anche Fiorin contro Inzaghi. “Ho collaborato tre anni con Pippo ai tempi del Milan -ricorda Fiorin- ci lega un rapporto di stima ma stavolta saremo ‘nemici’ in senso sportivo”. Poi il tecnico bianconero guarda alle squadre: “Out Mignanelli e Addae è squalificato. Abbiamo recuperato Bianchi e vedremo se impiegare lui oppure D’Urso: dipenderà dalla necessità di avere uno che copra di più o uno che si proponga maggiormente in avanti. A centrocampo c’è anche Parlati che prima o poi dovrà avere il suo spazio, siamo molto contenti di lui. Il Venezia è squadra temibile sotto tutti i punti di vista. E’ concreta e cinica, crea molte occasioni: finora ha raccolto tutto quello che doveva raccogliere sotto il profilo di prestazione e risultati. Noi, al contrario, esprimiamo volontà offensiva ma è chiaro che dobbiamo fare di più in fase di realizzazione. Due punte? Coi giocatori offensivi che abbiamo in campo, altro che due punte… Al di là se rientrerà o meno Favilli, siamo molto contenti di Rosseti, che sta facendo bene, così come di Santini, che ha qualità importanti”.