“FALSTAFF E IL SUO SERVO” AL VENTIDIO BASSO

“Falstaff e il suo servo” sul palcoscenico del teatro Ventidio Basso di Ascoli sabato e domenica prossimi (sabato 7 e domenica 8 dicembre, ore 17,30).

Franco Branciaroli e Roberto Herlitzka, diretti da Antonio Calenda, danno vita a una nuova, inedita coppia teatrale, che, tra dramma e commedia, evoca le avventure di Falstaff e le burle di cui è vittima. Creazione originale ispirata ai drammi shakespeariani, lo spettacolo di Fano e Calenda (anche regista), racconta Falstaff non solo quale protagonista de Le allegre comari di Windsor, ma anche per il suo ruolo nelle parti I e II di Enrico IV e nell’Enrico V. Sono evocate tutte le avventure di quest’uomo che confonde i piaceri con la natura, la furbizia con il caso.
Il conflitto fra i due (che è poi in senso lato quello tra comicità e drammaticità) richiama anche tante altre coppie celebri del teatro shakespeariano (Lear e il suo Matto, Iago e Roderigo, Antonio e Shylock) e della letteratura teatrale in genere (da Don Giovanni e Sganarello a Vladimiro ed Estragone). Ne viene fuori un catalogo delle beffe subite dal personaggio fino all’epilogo drammatico: la rottura con l’amico/allievo di sempre, re Enrico, e l’abbandono in solitudine. Insomma, uno spettacolo comico e drammatico insieme.

Falstaff e il suo servo
di Nicola Fano e Antonio Calenda da William Shakespeare
regia Antonio Calenda
con Franco Branciaroli, Roberto Herlitzka
produzione Centro Teatrale Bresciano, Teatro de Gli Incamminati, Teatro Stabile d’Abruzzo.