DIONIGI: “RISULTATO GIUSTO, GRANDE SPIRITO DEI MIEI”

Davide Dionigi commenta così il suo primo punto sulla panchina bianconera: “Penso che non sia una svolta perchè tutto può essere azzerato già dalla prossima partita. Tante cose potevano venirci contro come il gol del Crotone ma tutto sommato penso che il risultato sia giusto soprattutto per lo spirito che abbiamo messo in campo. Purtroppo abbiamo preso gol da palla inattiva ma i ragazzi hanno capito che potevano recuperarla. Mi hanno dimostrato di essere sulla strada giusta sia dal punto di vista caratteriale che come prestazione. Mi sono presentato con umiltà mettendomi al loro servizio, chiarendo però che non avrei risparmiato niente. Pretendo da loro la massima voglia e che mi dimostrino di non essere quei giocatori dipinti fino al mio arrivo”. Poi Dionigi ha parlato dei singoli: “Costa Pinto non lo conoscevo ma ha qualità ed è molto intelligente. Ha fatto in campo quello che avevo chiesto. Vista l’emergenza in cui ci trovavamo ho finito addirittura con Troiano centrale. Brosco all’ultimo momento ha avuto un risentimento, per Ninkovic speriamo non sia nulla di serio. Avevamo provato la partita con Morosini sacrificato su Barberis, Padoin e Brlek hanno fatto una gran lavoro con marcature a uomo. Nel finale ho inserito Petrucci perchè avevo capito che il Crotone non riusciva più a pressare: era quello il momento giusto per inserire un play puro che avesse più spazio e palleggio”. Infine Dionigi guarda al prossimo futuro: “I ragazzi con contratto in scadenza al 30 giugno e in prestito resteranno tutti all’Ascoli per loro scelta e questo mi rende orgoglioso perchè hanno un senso di appartenenza a questa città. Resteremo uniti fino alla fine. Abbiamo una prossima battaglia a Cosenza anche se questa volta abbiamo un po’ più di tempo per prepararla. Visto il calendario con incontri ravvicinati non ho potuto fare molti allenamenti ma nonostante tutto sono soddisfatto anche se resta un gran rammarico perchè meritavamo la vittoria contro il Venezia”.