DIONIGI: “NON VOGLIO ANCORA PARLARE DI SALVEZZA”

Questo il commento di Davide Dionigi dopo la vittoria sull’Empoli: “L’Ascoli ha compiuto un passo avanti dal punto di vista della gestione e dell’applicazione tattica. Sapevamo di incontrare una squadra forte e che gioca un buon calcio. Mi è piaciuta l’applicazione mentale dei miei”. Poi il tecnico bianconero ha parlato dei singoli: “Rispetto alla Salernitana ho sostituito quattro giocatori,  avevo bisogno di forze fresche e chi è entrato ha fatto benissimo. Eramo ha notevoli qualità tecniche, da quando sono arrivato ci ho parlato e lavorato tanto e ha meritato il gol. Sono contento per lui come per il rientro di Gravillon dopo la squalifica, per la conferma di Valentini e per la prestazione di Scamacca che ha dato tutto. Ho cambiato Ranieri perchè il ragazzo aveva speso tanto, non si è mai risparmiato e ha pressato fino alla fine. Non ho schierato Trotta perché  con la Salernitana aveva speso tantissimo”. Poi sul campionato: “Non voglio ancora parlare di salvezza,  ancora oggi mi resta il rammarico della partita di Venezia che per le palle gol e gli episodi non meritavamo di perdere. Anzi. Con quei tre punti avremmo potuto fare un ragionamento diverso ma ora abbiamo la partita con il Cittadella e pensiamo a quella. Per quanto mi riguarda non voglio parlare di rivincita: a volte gli allenatori sono fortunati e trovano società, direttore e ragazzi che ti permettono di lavorare bene. Ma non dobbiamo abbassare la guardia”.

???????
???????
???????
???????
???????
???????
???????