CONFARTIGIANATO: FARE IMPRESA, INCONTRI GRATUITI CON I GIOVANI

FARE IMPRESA INCONTRI GRATUITI PER GIOVANI SU CREDITO E IMPREDITORIALITA’

Mercoledì 27 luglio a Fermo il terzo incontro alle ore 16.00 

Confartigianato rilancia il “Progetto Domani”, un’idea nata dalla necessità di dare un contributo concreto a chiunque intenda mettersi in proprio. Incontri gratuiti e formazione specifica sul credito e i nuovi bandi per i giovani. Il terzo incontro del ciclo formativo si terrà a Fermo presso la sede Confartigianato di viale Trento n° 36, mercoledì 27 luglio alle ore 16.00.

La preparazione degli aspiranti imprenditori alla realizzazione della nuova impresa avviene attraverso un’efficace azione di formazione, tutoraggio ed accompagnamento. Un progetto dedicato in particolare ai giovani e alla loro voglia sempre maggiore di “fare impresa”. Si tratta di un ciclo di incontri informativi e formativi, completamente gratuiti, che toccano tutto il territorio interprovinciale (Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e Fermo), tenuti in collaborazione con esperti e consulenti di Confartigianato, i quali affrontano le principali tematiche relative alla creazione d’impresa, partendo dall’idea alla nascita imprenditoriale e arrivando alla sua effettiva realizzazione, passando attraverso studi di mercato, previsioni finanziarie, finanziamenti e così via.

Il progetto Domani, con gli incontri di FARE IMPRESA intende, quindi, accompagnare i giovani anche in occasione dell’uscita di un bando (in attesa di pubblicazione) per il SOSTEGNO DI NUOVE IMPRESE. Verranno finanziati dalla Regione Marche con un contributo a FONDO PERDUTO fino a 25.000 euro, 300 progetti di nuove imprese.

Altre informazioni nel sito www.apfm.ithttp://goo.gl/6Rsrbt

Un’iniziativa, quella del “Progetto Domani”, che intende porsi quale aiuto concreto a quella generazione che fa fatica ad emergere. Da una recente statistica del Centro Studi Confartigianato è emerso che a livello provinciale, si riscontra la maggiore quota dei titolari artigiani con almeno 60 anni a Matera e Parma con il 17,5%, seguite da Piacenza con il 16,8%, da Ascoli Piceno con il 16,5%, da Como con il 16,3%, da Pordenone e Chieti con il 16,2%, da Lecco e Mantova con il 16,1%, da Macerata e Bologna con il 15,9%. Inoltre, nelle Province di Ascoli Piceno e Fermo, si riscontrano numeri abbastanza omogenei in quanto a quote di imprese che riescono a superare i tre anni di attività; la quota di cessazione per entrambi i territori provinciali è del 36%.

 

41





http://www.fotospot.it

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.