“COLORS” E “GLI AMICI DEL CRIMINALE CESARE BATTISTI”, PERSONALE DI VENTURELLI AL FORTE MALATESTA

Si inaugura Venerdi 4 Settembre alle 17,30 , alla presenza dell’artista, la mostra ‘Gli amici del criminale Cesare Battisti’, personale dell’artista modenese Adriano Venturelli. Sarà il Forte Malatesta  ad ospitare una trentina di tele di grandi dimensioni alle quali Venturelli lavora da un decennio, incentrando la propria ricerca pittorica a personaggi «che – dice l’artista – con il loro potere hanno offerto protezione a Battisti». Il rosso come colore dominante, un timbro a dedicare, simbolicamente, ogni tela a un amico del criminale’. Da Francois Mitterand a Roberto Saviano, dall’ex presidente brasiliano Lula a Carla Bruni, la lista degli ‘amici’ è lunga e variegata, compilata da Venturelli nel tentativo di dare una risposta, attraverso la ricerca artistica, «all’arroganza di quanti, con il loro sapere e la loro influenza sociale, mistificano la realtà e hanno offerto protezione a Cesare Battisti». L’esposizione, che gode del patrocinio del Comune di Ascoli Piceno, resterà visibile fino al prossimo 4 ottobre (l’ingresso al Forte Malatesta comprensivo di visita alla mostra d’Arte è di euro 6, ridotto euro 4 e 2 euro per le scuole) e verrà arricchita da una serie di eventi collaterali (reading, relazioni, installazioni multimediali) sulla vicenda di Cesare Battisti cui le grandi tele dell’artista modenese faranno idealmente da quinta.
“Gli amici del criminale Cesare Battisti”.

Contemporaneamente, sarà aperta anche la mostra “COLORS”, sempre di Venturelli, con una trentina di opere di medie e grandi dimensioni alle quali l’artista lavora dal 2015, incentrando la propria ricerca pittorica a due tematiche sociali, l’attentato al Bataclan a Parigi commesso da spietati jihadisti il 13 novembre 2015 e il più recente COVID-19. Dice Venturelli: “io sono un artista e come tale amo esprimere i miei pensieri ed emozioni attraverso l’uso della pittura, con questo mezzo è mia intenzione reagire contro questi assassini con proiettili di colori…. molti, moltissimi proiettili, uso una mitragliatrice di pennelli per moltiplicarne le infinite tonalità, partendo dai primari rosso, giallo, blu, per poi arrivare ai secondari, arancio verde viola… e così con tutte le infinite varianti possibili. È mia preghiera sperare di uscire prima possibile da questo incubo per il bene di tutta l’umanità, consapevole, che quando si potrà riprendere a vivere di nuovo sotto la luce del sole, ci saranno mille priorità più importanti. Vorrei così con le mie Opere della serie COLORS lanciare un segno di fiducia, di calore-colore, di fratellanza rinnovata, moltiplicando insieme le tante capacità, che da secoli contraddistinguono i cittadini del paese più bello al mondo, l’ITALIA”.

ORARI:
Dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00; sabato, domenica festivi e prefestivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 – chiuso il lunedi.

Elenco dei titoli delle opere esposte: Roberto Saviano, Vauro Senesi, Massimo Carlotto, Valerio Evangelisti, Giovanni Russo Spena, Beppe Sebaste, Erri De Luca, Massimo Carlotto, Luiz Inácio Lula Da Silva, Dilma Rousseff, Tarso Genro, Enri Bernard Levy, Carla Bruni, Francois, Fred Vargas, Serge Quadruppani, Francis Mizio.

Adriano Venturelli – cenni biografici
Nato a Formigine, in provincia di Modena, nel 1953, Adriano Venturelli studia all’Istituto d’Arte Venturi di Modena e consegue il diploma in pittura presso l’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Nel 1975 la sua prima personale presso la Galleria “Effemeridi” di Modena, cui sono seguite altre personali e collettive (a Milano, Venezia, Bari, Bologna, Madrid, Londra)e collettive e la partecipazione, nel 1986, alla XLII Esposizione Internazionale d’arte Biennale di Venezia, incentrata sul tema “Arte e Scienza”.





http://www.fotospot.it

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.