CARABINIERI: CONTROLLI E ARRESTI NEL FINE SETTIMANA AD ASCOLI, MONTEPRANDONE E RIPATRANSONE

Dispiegamento di servizi preventivi sul territorio con l’obiettivo di prevenire il crimine e il degrado sociale. Le Compagnie e le Stazioni Carabinieri, sempre attive e a disposizione della cittadinanza, nelle ultime ore in provincia hanno concluso positivamente tre operazioni di servizio, come appresso dettagliato:

  • In Ascoli Piceno, i Carabinieri della locale Compagnia, allertati al 112, sono intervenuti nei pressi di un noto negozio di abbigliamento per giovani dove, un cittadino romeno di 19 anni, residente in città, si stava repentinamente allontanando dopo aver sottratto alcune felpe e T-shirt, privandole delle placche antitaccheggio e nascondendole sotto il giubbotto che indossava. Il giovane, fermato ed identificato prima che potesse far perdere le proprie tracce, è stato arrestato per tentato furto aggravato e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ascoli Piceno;
  • In Monteprandone, i Carabinieri della Stazione, a conclusione di specifici controlli hanno rintracciato e arrestato un ventinovenne domiciliato a San Benedetto del Tronto, originario del sudamerica, colpito da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Fermo, dovendo scontare una reclusione di tre anni e due mesi poiché riconosciuto colpevole dei reati di rapina aggravata e lesioni personali, commessi nel 2012 a Grottammare. L’uomo, al termine degli accertamenti è stato accompagnato al carcere di Ascoli Piceno, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria;
  • A Ripatransone, i militari della locale Stazione, durante un servizio esterno di prevenzione della criminalità, hanno identificato un giovane di 22 anni originario dell’Albania, ma residente sul posto, il quale è risultato colpito da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale Ancona, dovendo espiare una pena di 1 anno e 7 mesi di reclusione per il reato di furto in abitazione, commesso in quella provincia nel 2018. L’uomo, portato in caserma e a conclusione delle formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.




http://www.fotospot.it

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.