BROSCO: “IL PADOVA DOVEVA AVERE BUON SENSO E BUTTARE VIA LA PALLA”

Il capocannoniere dell’Ascoli è a quota tre reti e si chiama Riccardo Brosco. Un difensore. “La rete che ho segnato al Padova alla fine è servita a poco -si rammarica Brosco- peccato perchè tenevamo particolarmente a questa partita, sia per la festa sia perché era fondamentale per la classifica. Purtroppo avete visto tutti come è arrivato il pareggio: io dico che il Padova poteva avere buon senso e buttare via la palla, anche se a termini di regolamento senza colpi alla testa si può lasciar giocare. In quel frangente siamo anche stati sfortunati: se fossero rimasti a terra un attaccante ed un centrocampista sarebbe stato diverso. Invece si erano infortunati Laverone ed Addae, tutta la catena di destra, e da lì è arrivato il gol: io sono stato costretto ad uscire scalando fuori dall’area”. Per Brosco pure un’ammonizione che gli farà saltare la trasferta di Pescara: “Un peccato quel giallo perché a Pescara sarei stato un ex e perché in difesa sarebbe servita esperienza. Forse ero troppo carico ma non volevo fare del male all’avversario: infatti sono saltato sfiorandolo solo con la mano”.