BERTOTTO: “IO A RISCHIO? ESSERE IN DISCUSSIONE NON E’ UN PROBLEMA”

Valerio Bertotto non fa drammi per la sconfitta interna col Pordenone: “Non mi va di parlare delle assenze. Nel primo tempo eravamo partiti bene, in modo funzionale agli uomini che ho a disposizione in questo momento. Il problema è che ci manca il guizzo finale, il dettaglio che  fa la differenza per portare a casa il risultato. Ci vuole più determinazione. Sarr ha fatto una grande partita, sono contento per lui, è un ottimo portiere. Non sono d’accordo sul calo fisico del secondo tempo, i dati dicono che reggiamo bene fino alla fine. Con Gerbo volevo fare maggiore densità a centrocampo e dare più spazio alle giocate sugli esterni, poi abbiamo cambiato tre volte modulo con Kragl che ha giocato pure da punta esterna. Se mi sento a rischio? L’unica cosa che posso fare è lavorare. Non è un problema essere in discussione, sono convinto che quello che stiamo facendo darà i suoi frutti. L’Ascoli è squadra giovane, va plasmata. Per arrivare ai risultati occorreranno tempo e pazienza”.