ASCOLI-MONZA, SOTTIL: “SQUADRA TAMBUREGGIANTE, SCHIACCIATO L’AVVERSARIO”

Al termine della partita Andrea Sottil ha commentato così il pareggio contro il Monza: “L’Ascoli ha disputato una grande partita, è in crescita. Non dimentichiamo che davanti avevamo il Monza costruito per vincere il campionato. Sicuramente se c’era una squadra che doveva vincere quella non poteva essere che la mia. C’è rammarico per non aver fatto bottino pieno perchè abbiamo schiacciato l’avversario, soprattutto nella ripresa. L’Ascoli è stato tambureggiante,  i ragazzi meritavano di vincere. Leali non ha dovuto compiere una parata. Prendiamo questo pareggio, frutto di un’ottima prestazione e ci prepariamo per Reggio. Peccato per il gol subìto su calcio piazzato, hanno calciato una bella punizione, tagliata, sul rimbalzo non siamo stati pronti. Forse nel finale del primo tempo ci siamo abbassati un po’ ma non è stata una nostra volontà, in campo ci sono anche gli avversari che spingevano forte”.

Il tecnico ha commentato anche il gesto di Dionisi, che ha fatto battere il calcio di rigore a Sabiri: “Il gruppo è unito e coeso. Dionisi è capitano a 360 gradi, in campo e fuori, oggi ha fatto un gesto che non so quanti avrebbero fatto. E’ il segnale che un po’ di tempo fa hanno riaccettato Sabiri. Cedergli il rigore per fargli fare gol e ritrovare fiducia è stato bellissimo, sono cose che mi riempiono di orgoglio e soddisfazione”.