ASCOLI, ANCORA DETURPATI IL CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO E VIA DEL CASSERO

A meno di 48 ore dal termine delle operazioni di ripulitura disposte dall’Amministrazione comunale – attuate grazie alla generosa professionalità dell’impresa Panichi srl e all’opera dei volontari degli Angeli del Bello – i luoghi su cui sono stati effettuati i complessi interventi sono stati di nuovo deturpati: nel chiostro di San Francesco sono ricomparse scritte sui gradini del portale e Rua del Cassero è ridiventata discarica a cielo aperto in cui abbandonare bottiglie, bicchieri, lattine e quant’altro.

E’ vero che la preservazione e la valorizzazione delle ricchezze artistiche, storiche e monumentali della citta’ richiedono un cambiamento comportamentale e culturale da parte di tutta la collettività e che questo richiede tempi lunghi, però è diventato imprescindibile interrompere l’incivile pratica dell’imbrattamento.

Poichè il luogo dove è comparsa l’ennesima “firma” è sorvegliato da ben tre telecamere, abbiamo provveduto ad allertare la Polizia Municipale la quale visionerà i filmati per individuare i responsabili degli atti vandalici, ma è evidente che è necessario un deciso e costante controllo del territorio se si vogliono prevenire gli atti vandalici piuttosto che perseguirli.

Ovviamente confidiamo nel fatto che negli autori di queste “bravate” maturi il senso civico unito alla consapevolezza che il decoro e la cura della loro città contribuiscono certamente ad incrementare le attività turistiche e a far crescere tutta l’economia locale che, sviluppandosi, creerà occasioni di lavoro, magari anche per loro.

Anche la Delegazione FAI di Ascoli Piceno, plaudendo l’intervento della Amministrazione,dell ‘impresa e dei Volontari Angeli del Bello, auspica uno sforzo maggiore nel porre in atto un maggior controllo,certa che un solo caso di individuazione degli eventuali responsabili costituirebbe già di per sé motivo esemplare di inibizione verso un comportamento così irresponsabilmente immaturo.





http://www.fotospot.it

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.