ARDEMAGNI: “CONTENTI, CERTO, MA PIEDI PER TERRA”

“Sarà dura quest’anno fare da pompiere…”. Ardemagni guarda la classifica ma poi si cala nella parte di bravo capitano: “Siamo contenti, certo, ma dobbiamo tenere i piedi per terra. Sono un veterano della B, ho già vissuto questi momenti però il campionato è lungo. Lunghissimo. Sappiamo che siamo forti ma dovremo dimostrarlo ogni gara. Il mister ha avuto il merito di farci pensare più al gruppo che al singolo e se non segno io ma vanno in gol i compagni va benissimo. Sono un attaccante d’area da rigore ma se c’è da sacrificarsi lo faccio. Anche arretrando a terzino. Oggi siamo stati bravi a tenere botta contro una squadra che sa palleggiare e poi a sfruttare le occasioni che ci hanno concesso. Facile giocare con Da Cruz? Lui è bravissimo ma nemmeno certe volte riesco a capire le finte che fa -scherza Ardemagni – intanto voglio dedicare il gol a mio nonno Giuseppe che ha compiuto 80 anni”.