ADESSO LE PARTITE CHE CONTANO SONO QUELLE CON CREMONESE E VENEZIA

“La classifica è corta”, è vero visto che i play off sono ancora a soli quattro punti ma si sta allungando e le squadre davanti sono tante. “Il campionato è ancora lungo”, vero anche questo anche se ormai mancano 14 giornate alla chiusura. I punti di vantaggio dai play out sono però ora tre,  grazie al pareggio dell’Entella nel recupero col Venezia altrimenti sarebbe stato solo uno. Giusto quindi in questo momento guardarsi dietro, per alzare la testa eventualmente ci sarà sempre tempo poi. La risposta di mister Stellone a chi gli chiedeva se fosse preoccupato della classifica è stata laconica: “Bisogna lavorare”. Poteva rispondere sì oppure no, invece è come dire tutto e niente. Sta di fatto che la Cremonese, prossimo avversario al Del Duca, e il Venezia, da sfidare fra poco più di un mese al Penzo (che ora come ora sarebbero le due formazioni coinvolte negli spareggi salvezza) sono arrivate rispettivamente a cinque e tre punti dai bianconeri. Per cui adesso le partite che contano sono proprio con loro: Cremonese e Venezia. Bisognerà cercare di vincerle ma, sicuramente, soprattutto di non perderle.