VIVARINI INCITA I SUOI: “NON FIRMO MAI PRIMA PER IL PARI, NEPPURE A LECCE”

Consueta chiacchierata pre gara con Vincenzo Vivarini in vista della sfida di domani allo stadio di Via del Mare di Lecce.

Mister, Ascoli con tanti dubbi in attacco?

“Affronteremo il Lecce con dei problemi. Qualche giocatore davanti non è al massimo, Ngombo  è indisponibile. Non avremo Laverone  ma aspettavo da tanto la possibilità di far giocare Andreoni per valutarlo. Lo ritengo un giocatore di grande qualità, sarà un’opportunità molto importante per lui“.

In compenso torna Ardemagni. In che condizione?

“Ardemagni è rientrato ma chiaramente non è al top della forma. In linea di massima saremo la squadra di un mese e mezzo fa”.

Il suo collega Liverani parla di ghiotta opportunità per il Lecce. Che risponde?
“Che lo stesso vale per l’Ascoli. Pure per noi è un’opportunità molto importante. In questo momento dobbiamo guardare molto alla salvezza, sono in palio punti vitali. Dobbiamo assolutamente chiudere prima possibile il discorso salvezza”.

Che partita si aspetta?

“Sarà una gara in cui troveremo un ambiente ostile, il Lecce avrà una grande spinta da parte del pubblico di casa: dovremo dimostrare personalità e tanto carattere. Avremo di fronte un avversario con individualità importanti: La Mantia, Mancosu e Falco sono in condizione, ma anche Tachtsidis e Petriccione sono di un livello  alto”.

Vivarini, firmerebbe per un pareggio?

“Non firmo mai prima per un pareggio, neppure a Lecce. Bisogna giocarsi la partita, con coraggio, aggressività, con le idee chiare sul da farsi, mi interessa tirare fuori una prestazione molto importante. Se riusciremo in questo il pareggio, come è capitato a Verona, sarebbe stretto”.