TENNIS COME METAFORA, “TERRAAAGONIA” E’ IL LIBRO DI GIORGIO MASSI

Il tennis come metafora della vita con vittorie e sconfitte, slanci adrenalinici e amare disillusioni.  Un microcosmo popolato da personaggi surreali e divertenti,  tratteggiati con ironia irresistibile e corrosiva tra  vezzi,  pregi e difetti, vizi e virtù. E’ questa l’essenza di Terraaagònia, il nuovo libro di Giorgio Massi appassionato di scrittura creativa.

Da sempre tennis e letteratura rappresentano un connubio “vincente”, prolifica fonte di ispirazione per autori che hanno raccontato storie straordinarie legate al mitico rettangolo rosso. Come non pensare al ‘Il tennis come esperienza religiosa’ del grande scrittore americano David Foster Wallace, da giovane discreto professionista della racchetta o ad “Open”, commuovente autobiografia del campione Andre Agassi che ha scalato le classifiche letterarie conquistando il cuore del pubblico.

Il libro di Giorgio Massi è un libro graffiante, che si legge tutto d’un fiato con lo sguardo complice e compiaciuto rivolto non solo al mondo dei tennisti amatoriali, ma anche al proprio percorso artistico e sportivo, condito da interessi tutti in evoluzione.

Il testo diverte il lettore e lo coinvolge fin dalle prime righe in un viaggio spassoso in quel “luogo immaginario dove pulsa un’unica passione il tennis”. La narrazione scorre veloce e scoppiettante in una girandola ininterrotta di situazioni al limite del teatro dell’assurdo. Ci si imbatte in una fauna grottesca, a cavallo tra il vero e il paradosso: il cyber tennista che snocciola parole “rapide come treni”, il ragazzo filiforme “con le antenne griffate da giaguaro”. Ed ancora la cameriera “con il “viso di ceramica”. Un linguaggio ricco di iperboli e trovate semantiche che si nutre di termini bizzarri, riflessioni, pensieri del protagonista mescolati in cocktail letterario mai banale, in perenne equilibrio tra realtà e disincanto. In fondo, la commedia dell’arte e della vita è un rettangolo di gioco dove si tirano diritti e si ricevono rovesci tanto, alla fine, a vincere è e sarà sempre la spontaneità che trasforma ogni momento raccontato in una caricaturale trasformazione.

Il racconto lungo Terraaagònia (Fara Editore) sarà presentato sabato 19 gennaio, alle 18, nella sala conferenze della Libreria Rinascita di Ascoli Piceno.

A introdurre il volumetto, risultato tra i vincitori del concorso indetto nel 2018 dalla casa editrice “Fara” di Rimini di Alessandro Ramberti, saranno il prof. Antonio D’Isidoro e il giornalista Alessandro Malpiedi. Per l’occasione interverranno anche il designer e artista contemporaneo Roberto Cicchinè e Sestilio Meloni, già dirigente della Pubblica Amministrazione e profondo conoscitore delle realtà tennistiche del capoluogo piceno.

About Emidio Vena

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.