SPAZIO SALUTE: SINDROME DA SMARTPHONE, UNA PATOLOGIA MODERNA

FOTOGALLERY

Negli ultimi anni, il numero di utenti di smartphone è aumentato progressivamente in tutto il mondo. Con l’uso crescente degli apparecchi elettronici, sono aumentati anche i problemi muscoloscheletrici associati a un uso eccessivo e prolungato di essi. Recenti studi, hanno dimostrato che chi utilizza telefoni cellulari in maniera assidua, tende a segnalare dolore al collo, alle spalle e soprattutto al primo dito della mano.

La patologia che affrontiamo è chiamata sindrome dello smartphone; si tratta di un disturbo dovuto a una posizione scorretta e sollecitazioni ripetute del pollice, per effettuare ad esempio la digitazione di messaggi. Siamo a conoscenza che l’85% dei giovani dai 15 ai 18anni, possiede un telefono cellulare personale e che dedica tante ore della giornata a inviare e a ricevere messaggi. Una ricerca alla Thomas Jefferson University, ha esaminato un numero consistente di studenti, che accusava fastidio al pollice della mano predominante nell’utilizzo eccessivo del cellulare. Si è potuto costatare, che la metà dei ragazzi valutati, risultava essere colpita da infiammazione tendinea del primo dito (tendinite), con associati disturbi del tratto cervicale, dovuti a posture scorrette prolungate. Come caso eclatante, lo studio effettuato riporta l’esperienza di una ragazza di 16 anni. Questa studentessa, si è provocata, a causa di un impiego eccessivo dello smartphone una tendinite del pollice talmente importante e prolungata, da dover ricorrere a un intervento chirurgico per la risoluzione della sua patologia.

Possiamo dedurre con certezza, che l’eccessivo utilizzo dello smartphone, è un fattore di rischio per lo sviluppo di molti disturbi tra i nostri ragazzi, specialmente in patologie specifiche per tendiniti del primo dito della mano. È consigliato ,per motivi di salute, ricorrere a trattamenti fisioterapici specifici per ridurre questi disturbi, ma prevenire è meglio che curare. Dunque la soluzione più ragionevole è quella di limitare e regolare il tempo che i ragazzi dedicano ai loro telefoni.

Articoli di approfondimento:https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5016975/

Sudio Medico BIOART

Questo articolo e’ stato realizzato in collaborazione con una ricerca effettuata dalle studentesse ELISA CHIACCHIERA e MARIANNA PETRELLI del LICEO CLASSICO STATALE “F. STABILI-E. TREBBIANI”

 

About Emidio Vena

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.