SINCOPE, LA PAROLA AL DOTTORE

La sincope è il termine medico che indica quello che comunemente viene chiamato ‘svenimento’: una perdita di coscienza che insorge rapidamente, preannunciata da disturbi dell’udito (suoni ovattati, ronzio) e della vista (piccole luci, stelline, o annebbiamento) che vengono definiti come lipotimia e possono regredire prima di arrivare alla vera perdita di coscienza con caduta a terra. Il disturbo è causato da una diminuzione della pressione (ipotensione) con scarsa irrorazione del cervello. Il cervello per funzionare ha bisogno di rifornimento continuo e abbondante di ossigeno e materiali nutritivi, essendo privo di riserve energetiche. Quando la circolazione rallenta, entra subito in crisi, con perdita delle funzioni cognitive (incoscienza) e di controllo motorio (caduta a terra). I motivi dell’ipotensione possono essere vari, banali o anche gravi.

Il comune ‘svenimento’ è una sincope vasomotoria, con dilatazione delle arterie, ipotensione, rallentamento del polso, provocata da stanchezza, digiuno, permanenza a lungo in piedi senza potersi muovere, gravi emozioni, visioni disgustose (sangue), paura, eccetera. E’ una situazione spontaneamente reversibile. La caduta a terra porta al ripristino della circolazione cerebrale e alla ripresa della conoscenza entro pochi minuti. Però la caduta stessa è pericolosa, perché avviene senza la minima difesa e a volte provoca trauma cranico o facciale di una certa entità. Perciò alle prime avvisaglie è necessario assumere subito la posizione orizzontale con testa bassa e gambe sollevate.

La stessa sintomatologia può essere provocata dall’esordio di disturbi molto più gravi, cerebrali o cardiaci, come infarto del miocardio con gravi aritmie e arresto funzionale, trombosi o emorragia cerebrale, disturbi che hanno tutti esito in una caduta della pressione del sangue e conseguente sincope. In questo caso, ovviamente, la ripresa rapida della coscienza non avviene e la comparsa del coma persistente denuncia chiaramente la gravità della situazione e la necessità di ricorrere al Pronto Soccorso.

Il Dottor Karol (Carlo CAPPELLI)

About Emidio Vena

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.