ROBERTA MOSCATI PRESENTA “IL MIO LIBRO PER ASCOLI”

“Il mio libro per Ascoli. 7 storie per ricordarne, coraggio, splendori, personaggi”. La dedica dell’autrice, la giovane Roberta Moscati, spiega in poche parole tutta la sua passione per questa terra: “Alla città delle cento torri e ai suoi abitanti”. La Moscati, due lauree in biotecnologie, non è alla sua prima opera: è cresciuta a Tufo di Arquata, centro duramente colpito dal sisma, e nel 2017 ha pubblicato “C’era una volta. Conoscere per amare, ricordare per scoprire. Luoghi, storia, leggende, tradizioni, persone ed eventi prima (e dopo) lo strappo di quel 24 agosto”.
La presentazione della sua ultima fatica letteraria si terrà lunedì prossimo, 20 Maggio, alle ore 18,30 presso la Sala della Vittoria della Pinacoteca civica di Ascoli. Dopo i saluti di Guido Castelli e Marco Fioravanti converseranno con l’autrice l’onorevole Giorgia Latini, Domenico Stallone e l’avvocato Nazario Agostini. “Il mio libro per Ascoli ” nasce con lo scopo di proporre significativi fotogrammi della sua storia millenaria evidenziandone l’immutato filo conduttore: 7 storie avvincenti per ricordarne coraggio, splendori, personaggi e immergersi nelle proprie radici comuni non solo agli ascolani ma anche a tutti i popoli del Piceno. Il libro si presenta adatto a tutti, soprattutto a chi ama riscoprire un passato di cui essere più che orgogliosi.

Si legge: “La storia di Ascoli Piceno è intessuta di tante vicende, di tante storie che hanno un unico filo rosso che le collega: l’indole degli ascolani, la tempra che li distingue, la risoluta volontà e l’irremovibile tenacia di combattere per una causa che si valuta intimamente giusta. Ma anche l’amore per il bello e per il sacro, per la propria terra e la propria cultura, per la propria unicità”.

SOMMARIO. Storia 1: Ascoli e Roma. Storia 2: Ascoli e Lepanto. Storia 3: Ascoli e lo splendore medievale. Storia 4: Ascoli, le fazioni, la Gerusalemme Liberata. Storia 5: Ascoli e la sua via della seta. Ascoli 6: Ascoli e un suo primato sociale. Ascoli 7: Ascoli, uomini, arte.