PISTA CICLABILE FINO AL POLIGONO MA IL TRATTO INIZIALE VA IN MALORA

Guido Castelli annuncia il completamento della pista ciclabile dal Villaggio del Fanciullo al poligono di tiro sottostante. Stanno per essere completate la segnaletica e le staccionate, roba di giorni. Adesso manca l’ultimo tratto per unire Ascoli a Castel di Lama ma quello spetterà al successore di Castelli sullo scranno da sindaco. Poi l’obiettivo sarà arrivare a Porto d’Ascoli ma molti tratti dell’ultimo pezzo sono già a posto.

Tutto bene ma c’è un però: la pista ciclabile, che in realtà oltre che da ciclisti è frequentata da tantissimi passeggiatori e maratoneti a tutte le ore del giorno e della sera in quanto illuminata, nel tratto antecedente da Monticelli al Villaggio del Fanciullo si sta deteriorando rapidamente in quanto senza manutenzione. Le staccionate in legno sono divelte in più punti, anche a causa dei vandali, la segnaletica a terra è scolorita e quella verticale spesso danneggiata. Il fondo presenta crepe evidenti e il verde non è curato da tempo (se non da volontari). Troppi cani vengono lasciati a spasso senza collare dai loro padroni liberi di imbrattare con i loro escrementi il percorso e di impaurire chi si trova sul loro tragitto. Basterebbe poco per riparare e vigilare meglio tutto prima che la situazione si aggravi.