PATRON PULCINELLI: “SI RIPARTE CON VIVARINI, NON E’ NEMMENO IL CASO DI PARLARNE”

Massimo Pulcinelli per una volta mette da parte i social e si presenta in sala stampa: “Il primo bilancio di questa stagione è sicuramente positivo. Però sono un ambizioso e fino a cinque minuti fa, cioè fino al secondo gol del Palermo, speravo ancora nei play off. Magari anche a causa delle possibili disgrazie altrui come la situazione del Palermo anche se non è certo una cosa elegante. Purtroppo siamo arrivati a giocare queste ultime giornate con qualche giocatore in meno, come Ninkovic. Oggi contro il Palermo abbiamo provato a vincerla riuscendo invece a perderla su una ripartenza. C’era anche un possibile rigore su Frattesi ma il fischietto in mano ce l’ha solo uno. Certo, se dovessi fare un bilancio degli arbitraggi mi sentirei penalizzato: abbiamo perso qualche punto da quel fenomeno di Volpi a La Spezia in poi. Le pagelle? Un 8 a tutti: squadra, società ed allenatore. Poi i tifosi. Mi sono emozionato a vedere la nuova tribuna, a sentire il grande tifo. Così come a rivedere Mazzone. Purtroppo è mancata la ciliegina sulla torta ma un punto in più o meno adesso conta poco”. Poi il patron guarda al futuro: “Già dopo questa intervista avremo una riunione per parlarne. Però nessuna discussione su Vivarini, non è nemmeno il caso di parlarne. Se non ne abbiamo parlato dopo un 7-0…. Discuteremo di giocatori. L’unica cosa certa è che il prossimo campionato non avremo ancora trenta calciatori e che non ne cambieremo venticinque. Addae? Gli abbiamo proposto un aumento del 50%, più di questo non potevamo permetterci. Sta a lui decidere e aspettiamo una risposta”.