PALERMO IN RITARDO, IL VENEZIA VUOLE LA B

I guai burocratici del Palermo che rischia seriamente la mancata iscrizione hanno galvanizzato il Venezia che ora vuole la serie B dopo la retrocessione ai play out. “Abbiamo appurato che il Palermo non ha depositato alcuna documentazione tramite pec e che non è stata consegnata a mano l’originale della fideiussione come richiesto dalla normativa -ha sottolineato il presidente del Venezia, Joe Tacopina- da oggi lavoriamo alla riammissione al campionato di serie B. Sono sicuro che l’anno prossimo giocheremo in cadetteria. Il regolamento è chiaro: il termine del giorno 24 è perentorio e non mi aspetto niente altro che l’esclusione del Palermo dalla B. La fidejussione non è stata depositata, è un  fatto incontrovertibile. Non si possono concedere deroghe di alcun tipo, si creerebbe un precedente troppo grave che andrebbe a minare ancora di più la credibilità del nostro calcio”.