PADELLA: “CHE EMOZIONE GIOCARE AL DEL DUCA…”

Così come si esprime in campo altrettanto fa con le parole. Emanuele Padella è sempre concreto e senza fronzoli, pure nelle interviste. “Il mio obiettivo era di partire bene -spiega il difensore del Picchio- e contro la Pro Vercelli penso di aver disputato una buona partita, come tutto il reparto. Non si è preso gol e questo regala serenità, fiducia e solidità. A livello personale sono contento e non era certo facile perché non conoscevo neppure il campo: giocare al Del Duca è stata una forte emozione, anche per l’appoggio dei tifosi che ci sono vicini. Con Gigliotti poi era la prima partita ufficiale assieme: speriamo di continuare entrambi così. Io non mi risparmio mai, né in partita né in allenamento. Qualche mio compagno si è lamentato? Ci può stare che faccia qualche fallo di troppo quando siamo tra di noi ma a volte anche i calci fanno bene -se la ride Padella- poi tutto finisce lì”. Il centrale bianconero guarda poi subito al Novara: “Occhio al nostro prossimo avversario che ha un attacco molto valido. Due partite consecutive in casa per noi sono un fattore da sfruttare, anche se il Novara arriverà arrabbiato per essere ancora a zero punti. Ma questo è un campionato molto difficile, dove vincere è dura. Analogie col mio Benevento? Qualcuna, ma ancora è presto. Speriamo di ripetere quello che mi è accaduto lì perché ad Ascoli ho trovato un bel gruppo in cui i vecchi spingono i giovani nella direzione giusta”.