LOVATO: “CI SENTIAMO DERUBATI”

Il direttore generale Lovato si presenta in sala stampa col viso scuro e dichiara subito senza mezzi termini: ”Ci sentiamo derubati. Quello che è sicuro e che spiega quello che è successo è la designazione di un arbitro giovane come Volpi. Ha rovinato una partita. L’ Ascoli meglio nel primo tempo fino all’ espulsione di Ninkovic, il suo poteva essere un mezzo gesto. L’ arbitro lo richiama, lui non si gira o forse non sente. Volpi si impermalosisce e lo espelle. A quel punto cambia tutta la gara. Il delitto perfetto si è concluso poi ad inizio ripresa con un rigore che non c’è. L’ arbitro punisce una mano di Laverone che nemmeno spinge. Dall’ altra parte però c’ erano giocatori esperti come Mora che sanno ottenere quello che vogliono. Un peccato, perché con una vittoria oggi saremmo stati salvi e ci si sarebbero aperte aspettative clamorose. Voglio aggiungere una cosa. Se Ninkovich è stato indisponente come definire l’atteggiamento dell’ arbitro che non ha voluto nemmeno guardare il sangue sulla gamba di Troiano dopo l’ intervento da espulsione di Ricci?”. Poi Lovato commenta la vergognosa gazzarra in tribuna: “Il presidente dello Spezia si è scusato con l’ Ascoli ma noi ce l’ avevamo solo con l’ arbitro e non abbiamo detto niente sulla squadra ligure”.