LE PAGELLE: NINKOVIC IL PEGGIORE, BROSCO L’ULTIMO AD ARRENDERSI

LE PAGELLE BIANCONERE

LANNI 6,5 – Nel primo tempo salva due volte in pochi secondi e poi ancora su Da Cruz. Nella ripresa incolpevole sui gol e viene graziato due volte dalla traversa. Provvidenziale ancora su Okereke e Galabinov.

LAVERONE  6 –Fa il suo senza strafare, più attento a curare la fase difensiva che quella offensiva.

BROSCO 7 – Concreto e sempre abile sui palloni alti: la sua specialità da cui nasce il vantaggio. E’ l’ultimo ad arrendersi con il colpo di testa in pieno recupero.

VALENTINI 6 – Sempre sul pezzo, senza disattenzioni. Poi anche lui va in difficoltà.

RUBIN 6 – L’esperienza non gli fa difetto e lui la usa nel modo migliore.

ADDAE 5– Contrasti ed accelerazioni in avanti, pecca solo in qualche conclusione. Ma poi rimedia un rosso diretto vecchio stile.

TROIANO 6 – Sfiora il gol di testa e arpiona tutti i palloni che gli passano a tiro. Poi, colpito duro, esce.

FRATTESI 6  – Poco ordinato nel primo tempo ma corre senza soste su e giù fino alla fine.

NINKOVIC 4,5– Ispira i gol ma poi si accende la vena sbagliata e lascia l’Ascoli con un uomo in meno per tutta la ripresa. Imperdonabile.

CICIRETTI 6 – Partecipa spesso all’azione e si sacrifica anche in copertura ma si vede poco davanti, solo su punizione.

ARDEMAGNI 6,5 – Gli arrivano pochi palloni giocabili ma a lui ne basta uno…

ROSSETI n.g.– Ci mette voglia e velocità ma la partita era ormai indirizzata.

CASARINI n.g.  – Entra con la partita già impazzita e può fare poco.

CHAJIA n.g. – Solo pochi minuti per lui.

.