LE ANALISI, LA PAROLA AL DOTTORE

Quando affrontiamo il problema malattia, noi medici abbiamo tre percorsi nettamente distinti. Il primo, antico quanto la stessa attività medica, è l’esame del malato che chiamiamo “esame fisico” o “clinico”; il secondo è quello di indagare il funzionamento del corpo con esami di laboratorio; il terzo è l’esame di immagini che riproducono l’aspetto degli organi interni: radiografie, TAC, risonanza magnetica, eccetera. Non vi sembri una sciocchezza affermare che il colloquio con il malato e l’esame del suo semplice aspetto è forse la parte più importante della ‘visita’. Diceva un mio grande maestro che se si procedeva, dopo questo primo approccio, con l’esame fisico o con le ‘analisi’, senza essersi fatta un’idea – almeno approssimativa – del problema, probabilmente la soluzione non si sarebbe trovata.

Voglio dire che lo strumento principale per combattere la malattia è il cervello del medico, la sua preparazione, la sua intelligenza, il suo acume. Oserei dire la sua curiosità. Le analisi e tutti gli altri esami devono servire di conferma e di precisazione, devono guidare le cure, ma non possono in nessun modo, da soli, risolvere problemi diagnostici. E’ come se un cacciatore, sentito il verso di un uccello, si mettesse a sparare a caso qua e là sperando di colpirlo, senza aver nemmeno individuato pressappoco la sua posizione.

Di qui il consiglio: parlate con il vostro medico, dategli materia per riflettere; non vi mettete a richiedere esami di laboratorio o, peggio, indagini costosissime e assolutamente inutili, nella convinzione che, così facendo, egli saprà risolvere il vostro problema.

Ricordate che il nostro sistema sanitario è di buon livello, ma rischia di naufragare per un eccesso di spesa ingiustificata. Prima erano le medicine a essere richieste e stupidamente accumulate solo perché gratuite, adesso sono gli esami. Con l’educazione e l’informazione giusta è stata corretta la brutta abitudine delle medicine, speriamo che accada lo stesso con quest’altra ‘moda’ delle analisi e degli esami inutili.

Il dottor Karol (Carlo Cappelli)

About Emidio Vena

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.