ITALIA NOSTRA DI ASCOLI E I MONUMENTI DA SALVARE

La sezione ascolana di Italia Nostra del presidente Gaetano Rinaldi lancia l’allarme: nell’entroterra molti monumenti dopo il sisma sono crollati e quelli che si sono (parzialmente) salvati non sono stati ancora messi in sicurezza. Tra questi le chiese di Santa Maria a Vetere di Pretare con il campanile crollato sulla chiesa che vanta un affresco di Biagio Antonucci da Novale che ha danni rilevanti e la chiesa di San Silvestro di Colle d’Arquata. L’arrivo dell’inverno e della neve, si sottolinea, non potrà fare altro che peggiorare la situazione per cui bisogna intervenire subito.