IL DIESSE TESORO ED IL MERCATO: “C’E’ ANCORA IN BALLO LA QUESTIONE DE LUCA”

Il direttore sportivo dell’Ascoli Calcio, Antonio Tesoro, ha stilato il consuntivo di mercato bianconero: “Con mister Vivarini avevamo convenuto che la squadra andava migliorata nel ruolo del portiere e in attacco. Avevamo in mente due portieri: Fulignati e Milinkovic Savic. Li abbiamo trattati parallelamente sapendo che avremmo dovuto privilegiare la società che ci avrebbe consentito di fare lo scambio con Perucchini. Lanni? E’ per noi un capitale, un portiere per me fortissimo sul quale puntiamo. Si trascina da un anno problemi su cui non c’è una diagnosi precisa quindi stiamo approfondendo e da lunedì andrà a Roma da uno specialista per risolverli. Poi abbiamo individuato in Ciciretti la seconda punta di qualità, sarebbe potuto andare al Galatasaray ma siamo riusciti a portarlo ad Ascoli. C’è ancora una situazione in ballo per De Luca, un attaccante di nostro gradimento.  C’è stato però in chiusura di mercato un errore formale sul trasferimento perché l’Entella ha fatto il deposito alla Lega di C e non a quella di B. Ora l’Entella sta promuovendo un ricorso anche col nostro appoggio. Inoltre l’Entella non potrebbe impiegare De Luca perché ha le liste chiuse. Stiamo aspettando: non sono pessimista ma nemmeno troppo speranzoso”. Per l’attacco si punta naturalmente pure su Ninkovic ed Ardemagni: “A fine mercato per Ninkovic ci hanno offerto tre milioni, una cifra che non ci ha messo dubbi: Tosti che Pulcinelli hanno deciso di soprassedere. Ardemagni si sta curando: col Brescia è voluto scendere in campo a tutti i costi e ha acuito il danno riportando uno strappo  profondo in diversi punti. Spero di recuperarlo fra le gare di Foggia e Carpi”. Infine i rinnovi di contratto: “Li affronteremo adesso. Oggi ho parlato con Addae -anticipa Tesoro- per fissare un incontro col suo procuratore”.