GIUDICE SPORTIVO, TRE GIORNATE DI SQUALIFICA A NINKOVIC

Tanto tuonò che piovve. Il giudice sportivo ha inflitto tre giornate di squalifica a Ninkovic e non si può dire che sia una sorpresa visto quello che il serbo aveva combinato alla vista del cartellino rosso. Il fantasista bianconero dovrebbe saltare la trasferta di Venezia e poi le due gare casalinghe con Cittadella e Brescia. Il condizionale è d’obbligo perché la società di Corso Vittorio sta valutando se proporre ricorso per togliere almeno una giornata di stop.

Nella motivazione del giudice sportivo si legge che Ninkovic è stato ammonito la prima volta “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario” e dopo il secondo giallo e il susseguente rosso “al 4′ del secondo tempo, alla notifica del provvedimento di espulsione, ha assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti dell’arbitro”. Altrettante le giornate di squalifica inflitte al calciatore dello Spezia Bidaoui, espulso al 24′ del secondo tempo per aver “a giuoco fermo, colpito con un pugno al petto un calciatore della squadra avversaria”.

Ammonizione con diffida per il preparatore atletico dell’Ascoli Antonio Del Fosco, allontanato dalla panchina al 26′ del secondo tempo “per avere contestato platealmente una decisione arbitrale”.

Ammenda di 4.000 euro al Direttore Sportivo dello Spezia Guido Angelozzi “per avere, al termine della gara, negli spogliatoi, rivolto agli Ufficiali di gara espressioni irriguardose”.

Per quanto riguarda il prossimo avversario dell’Ascoli, oltre a Marcello Falzerano che doveva scontare tre giornate di stop (ridotte a due), nel Venezia non ci sarà il difensore Marco Modolo, ammonito ieri per la quinta volta contro il Foggia.

Nelle file bianconere resta in diffida Laverone.