GANZ: “CI MANCANO PUNTI E DOBBIAMO INIZIARE A FARLI” (FOTOGALLERY)

GUARDA LA FOTOGALLERY

“La nostra partita più bella della stagione. Almeno per adesso”. Andreasimone Ganz non ha ancora digerito la sconfitta di Foggia, nonostante il primo gol bianconero: “Volevamo portare a casa qualcosa e non ci siamo riusciti. E’ difficile vincere a Foggia se incassi tre gol. Evidentemente abbiamo commesso degli errori, altrimenti non avremmo perso: ci voleva un pizzico di precisione in più. Invece adesso ci mancano dei punti e dobbiamo iniziare a farli. Vogliamo riscattarci subito”. Il suo gol aveva rimesso le cose a posto nel primo tempo: “Una sensazione bellissima che era da tanto, troppo tempo che non provavo. Lo aspettavo da quando sono arrivato ad Ascoli e anche mio padre è stato molto contento: lui nel bene e nel male mi sta sempre vicino. Ora mi piacerebbe segnare davanti ai nostri tifosi. Se mi trovo bene con questo modulo? Sinceramente si, per me è più facile giocare con un compagno a fianco e uno come Ninkovic dietro. Ma non voglio fare raffronti con la passata stagione, guardare indietro non mi interessa più: mi sono rimesso in gioco e ho imparato che ogni campionato fa storia a parte. L’unica cosa che conta è credere in se stessi. Sicuramente il fatto del gol mi fa stare più tranquillo, non è il fatto di essermi sbloccato o meno. Sento la fiducia di compagni, staff e del mister: dopo l’annata che ho passato questo è fondamentale. Sono tre mesi che mi alleno con Vivarini e sto imparando un sacco di cose”. Infine Ganz guarda al campionato: “Favorite sono sempre le solite come Verona e Benevento, per adesso si è aggiunto il Pescara. Ma questo è un torneo dove davvero l’ultima può battere la prima. Se l’Ascoli potrà ambire a qualcosa più della salvezza è presto per dirlo. Patron Pulcinelli parla di play off? Lasciamolo dire a lui, io su questo non mi voglio pronunciare”.