G.P. QATAR, ERRORE DI FENATI SU UN WARNING. FINISCE NONO

Romano Fenati chiude al nono posto il primo G.P Moto 3 in Qatar. Sul circuito di Losail, a Doha, il pilota ascolano ha commesso un errore d’interpretazione che probabilmente gli è costato un piazzamento sul podio. Fenati, mentre lottava con i migliori in terza posizione, ha ricevuto sullo schermo della sua moto un warning per “track limits”. Il messaggio è stato mal interpretato da Romano che ha scontato la Long Lap Penaty, finendo così troppo lontano per lottare per il vertice.

Fenati sembrava addirittura il grande favorito per il successo ma ha commesso un errore fatale a quattro giri dal termine. Si è allarmato perché sul monitor della sua Honda è uscito l’avviso “track limit” e ha pensato che dovesse scontare una penalità percorrendo il long lap, la grande novità di questa stagione, per aver oltrepassato il limite del tracciato. Il pilota della Snipers ha dunque coperto più metri rispetto agli avversari, scivolando dalla terza alla tredicesima posizione. Si è però trattato di un errore clamoroso di Romano Fenati perché non era tenuto ad affrontare il long lap, la comunicazione ricevuta era solo un semplice avviso e non indicava alcuna penalità.

La gara è stata vinta dal giapponese Kaito Toba davanti all’italiano Lorenzo Dalla Porta. Questo il commento di Fenati: È stata una gara davvero intensa. Oggi la moto era perfetta, non l’avrei cambiata con quella di nessun altro e questo significa che abbiamo lavorato veramente bene. A pochi giri dalla fine, quando ero in lotta per il podio, mi è apparsa la scritta “track limit” sul dashboard e non era chiaro se fosse un warning o dovessi scontare la penalità. Ho sbagliato e ho scontato una penalità che in realtà non c’era. Pazienza, è tutta esperienza ma lasciamo il Qatar contenti e, con una migliore strategia e un po’ più di attenzione, in Argentina lotteremo ancora per vincere“.