FELICIOLI: “C’E’ AMAREZZA”. CACIA: “NESSUNO SI E’ TIRATO INDIETRO”

“Siamo amareggiati -ammette Gian Filippo Felicioli- volevamo allungare la serie positiva ma questa sconfitta non rovinerà comunque quanto abbiamo fatto di buono finora. Dopo il vantaggio abbiamo sbagliato atteggiamento, ci siamo abbassati troppo. Nel secondo tempo ci abbiamo messo grande cattiveria ma non è bastato, non è possibile in serie B incassare tre gol su quattro da palla inattiva. Ora puntiamo subito il riscatto a La Spezia”.

Per Daniele Cacia rientro con gol ma per l’Ascoli è arrivata una brutta sconfitta: “L’inizio di secondo tempo aveva lasciato ben sperare, potevamo rimettere la partita in carreggiata e pareggiare. Invece è finita male e bisogna prendersela con noi stessi perché a questi livelli i calci piazzati li paghi caro. Per quanto mi riguarda il rientro è stato positivo, anche se dopo un’assenza si fa sempre fatica a ritrovare i ritmi. Le due punte? A livello offensivo con Favilli ci siamo cercati e trovati”. Poi Cacia guarda avanti: “Adesso bisogna andare a La Spezia con spirito di rivalsa e riportare a casa punti, uno o tre non importa”. Infine il bomber commenta il coro dei tifosi “vogliamo gente che lotta”: “Posso assicurare che nessuno di noi si è tirato indietro, questo è indiscutibile. Certo, dispiace perdere, ma non è successo nulla. La classifica? Siamo tranquilli, anche se fino ad un certo punto”.