DA UILP ASCOLI, IL BILANCIO SOCIALE INPS MARCHE

La UILP di Ascoli Piceno ha analizzato la 12ma edizione del bilancio sociale INPS MARCHE.

Le Pensioni vigenti nelle Marche, nel 2018, del settore privato (invalidità, vecchiaia, superstiti, assegni sociali) sono state 470.609 (meno 5.723 rispetto al 2017).

L’importo medio mensile è stato di euro 792,72 mentre quello nazionale è di euro 955,96. Le nostre pensioni sono inferiori di euro 163,24 rispetto a quelle nazionali.

Erogate nel 2018 33.966 pensioni (32.897 nel 2017 +3.2%).

Gli assegni sociali hanno subito un calo del 44,2% mentre quelle d’invalidità hanno avuto un incremento dell’11%. Ad Ascoli Piceno nel 2018 le pensioni vigenti sono 30.260.

Età media dei pensionati nelle Marche è 75.3: uomini 72,6 mentre le donne 77,2.

PENSIONI APE SOCIALE 2018

Presentate 1.740 domande (1.121 nel 2017); accolte 901 (575); liquidate 556 (281).

APE VOLONTARIO

Com’è noto è un prestito commisurato e garantito dalla pensione di vecchiaia.

Le domande presentate a tutto il 2018 sono 621 delle quali 386 sono state accolte.

LAVORI PRECOCI

Nel 2018 sono state presentate 1.883 domande di certificazione per beneficio lavori precoci (1.115 nel 2017), 766 delle quali sono state accolte (353 nel 2017). Risultano liquidate, al 31 dicembre 2018, 470 prestazioni (le rimanenti sono state liquidate nel corso del 2019).

SETTORE PUBBLICO

Il numero delle pensioni della gestione pubblica (GDP) al 21 dicembre 2018 è pari a 80.686; l’importo annuo erogato è pari a 1.915,23 milioni di euro, con un importo medio erogato pari a euro 1.825,90.

Il 58,08% delle pensioni dei dipendenti pubblici riguarda i Dipendenti Statali (+ 3% rispetto all’anno precedente) e il 34,26% degli Enti Locali.

Si evidenza che circa il 58% della spesa pensionistica complessiva della Gestione Dipendenti Pubblici è erogata nelle provincie di Ancona e Pesaro e Urbino.

Circa le Pensioni vigenti incidenza spesa per provincia e genere. Anno 2018 (importi in milioni di euro) abbiamo: Ascoli Piceno e Fermo: totale 419,82 di cui uomini 208,08; donne 211,74 (% sul totale 21,92%).

Numero pensionati Marche 2018 – incidenza dato regionale sul nazionale.

Ascoli Piceno: n.60.630; reddito totale in milioni di euro 1.061.00; reddito pensionistico medio annuo in euro 17.506,86;

Marche: n.437.961; reddito totale in milioni di euro 17.904,60; reddito pensionistico medio annuo in euro 17.904,60;

Il 62% dei trattamenti di anzianità e vecchiaia erogati nelle gestioni private sia costituito da pensioni fino a € 999,99 (19% fino a € 499,99), mentre il 71% di quelli della gestione pubblica superi € 1.500.

Per quanto riguarda le pensioni ai superstiti, la differenza è più marcata: il 93% delle pensioni erogate nelle gestioni private è costituito da prestazioni fino a € 999,99 (47% fino a € 499,99), ed è il 52% nella gestione pubblica (8% fino a € 499,99).

Le prestazioni assistenziali hanno importi più modesti che, nel 57% dei casi non superano € 499,99.

Le differenze dei trattamenti tra le due gestioni emergono anche nell’analisi degli importi medi per genere. Sono importi medi delle pensioni di anzianità di maschi e femmine.

  • Privati: uomini euro 1.523; femmine 1.057;
  • Pubblici: uomini euro 2.272; femmine 1.820.

Le prestazioni assistenziali

Ovvero la tutela tutti i cittadini inabili al lavoro e sprovvisti dei mezzi necessari per vivere sia con l’assistenza sia con il mantenimento.

A differenza delle prestazioni previdenziali, determinate sulla base di rapporti assicurativi e, di fatto, finanziate con i contributi di lavoratori in attività e aziende pubbliche e private, le prestazioni assistenziali sono provvidenze sociali e/o economiche, a carico della fiscalità generale e fornite in particolari situazioni di difficoltà economica o di salute.

Nel 2018 nelle Marche sono state liquidate 16.470 prestazioni assistenziali, contro un totale di 15.226 prestazioni liquidate nel 2017 con un delta dell’8,17%. Ascoli Piceno 2.828 (-133 sul 2017)

Tra le prestazioni assistenziali, l’assegno sociale e Pensione sociale nel 2018 sono state erogate a 401 anziani (752 nel 2017 -46,68%). Il calo è dovuto all’aumento del requisito anagrafico richiesto per accedere alla prestazione dell’Assegno sociale.

Oggi il requisito è uguale per gli uomini e per le donne e per il 2018 corrisponde a 66 anni e 7 mesi di età. Nel 2018 inoltre sono state erogate 16.069 prestazioni a invalidi civili, contro un totale di 14.474 erogate nel 2017 con un delta pari all’11,02%.

Ascoli Piceno anno 2018

Invalidità civile 2.761 (-130 casi sul 2017).

Assegno sociale 67 (-58 casi sul 2017).

Il totale delle prestazioni assistenziali vigenti al 31 dicembre 2018 sono nelle Marche è di 112.727 (+1,22% rispetto all’anno 2017).

Ascoli Piceno anno 2018

Prestazioni vigenti 20.916 (-158); prestazioni in essere 18.406 (+268).

Le prestazioni di Invalidità civile vigenti al 31/12/2018 nelle Marche sono pari a 96.961, con una variazione in aumento del 2,16% rispetto all’anno precedente, mentre le prestazioni di Pensioni/Assegni sociali vigenti al 31/12/2018 sono pari a 15.766, con una variazione in diminuzione del -4,18% rispetto all’anno precedente.

Ascoli Piceno anno 2018

Invalidità civile 17.966 (+309); prensioni assegni sociali 2950 (-151).

La spesa delle prestazioni d’invalidità civile incide per il 75% sul totale della spesa delle prestazioni assistenziali, di contro gli assegni/pensioni sociali incidono per il restante 25%. La spesa da imputare alla regione Marche è del 2,50%.

La spesa totale per le prestazioni vigenti al 31/12/2018 nel territorio delle Marche è pari a euro 560.468.338, di cui euro 479.561.769,00 per l’Invalidità civile ed euro 80.906.569,00 per gli assegni/pensioni sociali. La spesa mostra una variazione in aumento del 2,20% rispetto all’anno 2017. Ascoli Piceno anno 2018 Euro 104.871,29 (+143.274 0.14%).

L’analisi UILP di Ascoli Piceno evidenzia lo stato delle prestazioni erogate dall’Inps nella nostra regione. Sono prestazioni che riguardano le risposte di aiuto e di solidarietà erogate dall’istituto alle persone più fragili.

Il rapporto evidenzia i bisogni delle persone rispetto allo stato sociale.

Sulle pensioni abbiamo bisogno di certezze i nostri lavoratori devono sapere dove e come andare in pensione.

Si evidenziano le differenze di genere e quelle tra i lavoratori pubblici e privati, gli importi.

Le cause della prevalenza dimensionale degli importi delle pensioni pubbliche vanno ricondotte alla minore discontinuità delle carriere e alle retribuzioni in media più elevate rispetto al settore privato.

 

About Emidio Vena

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.