BELLINI: “PROFILO BASSO, POI FESTEGGEREMO INSIEME”

GUARDA LA FOTOGALLERY

Si è tenuta oggi alle 15,00 nella sede sociale di Corso Vittorio Emanuele la conferenza stampa dell’Ascoli Picchio.

Il Presidente Bellini, affiancato dalla moglie Marisa, dai soci Faraotti, Tosti e Ciccoianni, dal d.g. Lovato, da mister Petrone e dall’avvocato Celani, ha voluto lanciare un messaggio dopo la sentenza di primo grado dell’inchiesta “Dirty Soccer”:

<Volevo vedervi in questo giorno eccezionale per dirvi che non siamo ancora alla fine, ma ci siamo quasi, manteniamo un profilo basso. Tutti devono rimanere calmi -ha esortato patron Bellini- non bisogna ascoltare quello che dice il presidente del Teramo e andiamo avanti per la nostra strada. Anche se ci vengono rivolte giornaliere, voglio dire che l’Ascoli Picchio ha fatto solo il proprio dovere. In tre, la Procura di Catanzaro, la Procura e il Tribunale Federale della FIGC hanno riconosciuto colpevole la società abruzzese attraverso il suo presidente. Fra una decina di giorni spero di festeggiare allo stadio tutti insieme. Anche quest’anno gestiremo la società con serietà e senza farci prendere da manie di grandezza. I nostri soldi -ha proseguito Bellini osservando gli azionisti- sono già sul tavolo e siamo pronti ad iniziare un campionato competitivo>. Il pensiero di Bellini è rivolto anche ai tifosi del Teramo: “La nostra felicità è a scapito di una tifoseria che è geograficamente non è lontana da noi. M sento in questo momento vicino a loro che hanno sostenuto il Teramo sempre, fino alla fine. Sarà dura ripartire, ma quando si mischia lo sport con la ricerca della vittoria ad ogni costo, non è più sport”. Un ringraziamento speciale il presidente lo ha rivolto ai suoi calciatori: <Mi devo congratulare con loro. Una squadra che lo scorso anno avevamo costruito da zero ha centrato in anticipo l’obiettivo che desiderava. Un grazie naturalmente pure all’allenatore che ha vinto il suo sesto campionato. Qualcuno stamattina da Cascia ha detto che Santa Rita è stata più forte di S. Gabriele…>.

Gianni Lovato è intervenuto naturalmente in chiave mercato: <Inizia adesso. Finora abbiamo dovuto aspettare l’evolversi degli eventi e ci auguriamo che ci venga concessa una proroga perché non si può fare in dieci giorni quello che altre società hanno fatto in alcuni mesi>.

Mario Petrone è stato come al solito concreto: <L’organico è da completare in ogni reparto. In B si possono tesserare 18 over e 8 under ma con questi ultimi siamo a posto. Per gli over ci servono invece dei rinforzi e per decidere quali bisognerà vedere gli obiettivi della società. Finora sono contento delle operazioni effettuate: Frediani, Pecorini, Jankto, Nava, Svedkauskas, De Grazia, Altobelli e Petagna. Altobelli ha già vinto con noi, agli altri ho spiegato cosa significa giocare in una piazza come questa>.

<E’ stata ristabilita la verità  -ha sottolineato Battista Faraotti- e oggi posso affermare la forza di questa società che non si è abbattuta a fine campionato quando è arrivata seconda e che non si esalta oggi. Il lavoro premia sempre: all’Ascoli Picchio piace programmare e non improvvisare>.

Gianluca Ciccoianni ha avuto un pensiero per i tifosi: <MI sarebbe piaciuto condividere la giornata di oggi anche con i tifosi che non ci sono più. Quelli che erano presenti lo scorso anno alla prima giornata di campionato a Pistoia ma che non hanno potuto assistere a come è finita>.

Giuliano Tosti ha rimarcato il lavoro che la società sta facendo sull’impiantistica: <Con l’accordo siglato ieri per l’acquisizione dell’area che sarà destinata al centro sportivo è stato posto un tassello molto importante per il futuro dell’Ascoli Picchio. Il mio ringraziamento va a tutti: dai calciatori e alle persone che lavorano in sede>.

Cristina Celani, avvocato dell’Ascoli Picchio che ha coadiuvato il collega Grassani nel processo romano, ha invitato alla prudenza: <La sentenza non è blindata finché non è definitiva. Finora abbiamo avuto fiducia nella giustizia e riponiamo la stessa fiducia nei prossimi gradi di giudizio. Quella notificata oggi è una sentenza logica, sostenibile da un punto di vista giuridico in base alle risultanze emerse dall’istruttoria e dalle indagini della Procura calabrese>.

Al termine della conferenza stampa il presidente Bellini, i soci e la squadra dalla finestre della sala presidenziale della sede di Corso Vittorio hanno salutato i numerosi tifosi presenti in strada, che hanno acclamato con cori e canti tutta la comitiva bianconera.

Intanto la società ha comunicato che la settimana prossima inizierà la campagna informativa per gli abbonamenti della prossima stagione.

 

About Emidio Vena

Possimus accumsan doloribus natoque turpis habitant, tempora. Impedit risus doloremque! Aenean netus, cillum! Occaecat eleifend? Cubilia condimentum nobis posuere vehicula, ea eiusmod architecto rhoncus proident hendrerit consectetuer, veniam, elementum omnis? Natus sollicitudin consequat? Quas! Eiusmod.