AURELIANO, UN RIGORE CHE POTEVA COSTARE CARO

Un errore che poteva costare caro. E’ quello che ha commesso l’arbitro Aureliano in Ascoli-Cittadella. A vederlo e rivederlo in televisione ancora non si capisce cosa abbia fischiato in occasione del rigore. Se non quello che avrebbe dovuto: un netto fallo su Almici. Quando la palla è uscita sul fondo non c’era stata alcuna protesta dei giocatori del Cittadella che, anzi, stavano rientrando nella loro metà campo per prendere posizione. Sta di fatto che dalla “maledizione” di Camplone in quel di Cesena l’Ascoli si è visto fischiare contro ben 5 rigori in 8 giornate. Un po’ troppi. Alcuni dubbi, altri addirittura inesistenti come quello di ieri. “Dobbiamo stare più attenti” ha detto seraficamente Ivan Lanni ma contro certe tegole improvvise e inspiegabili c’è poco da ripararsi…