ASCOLI, TUTTI IN SILENZIO

L’Ascoli si chiude la bocca, tutti in silenzio allo stadio di Via del Mare. Scelta rispettabile ma pure non condivisibile. La società è stata tempestiva nel chiedere scusa per l’umiliante sconfitta e a spedire tutti in ritiro a tempo indeterminato ma sarebbe stato anche giusto che l’allenatore o qualche dirigente ci avesse messo la faccia e si fosse presentato in sala stampa per spiegare, o almeno tentare di spiegare, quanto era successo in campo. Invece il gruppo bianconero è rimasto a lungo chiuso negli spogliatoi per poi lasciare lo stadio a testa bassa.