ASCOLI, TROPPI 56 GOL INCASSATI PER PENSARE AD ALTRO

Cinquantasei colpi al cuore. Tanti quanti quelli incassati dai tifosi dell’Ascoli ad ogni gol subito in questo campionato. Decisamente troppi: più di uno e mezzo a partita alle spalle di Lanni, Milinkovic e Bacci. Hanno fatto peggio dei bianconeri solo la Salernitana ai play out (57) e il retrocesso Carpi (67). La colpa, è chiaro, non è solo del pacchetto arretrato ma di tutta la fase difensiva, di copertura ed interdizione. Se la prossima stagione l’Ascoli vorrà puntare a qualcosa di più ambizioso è qui che mister Vivarini dovrà decisamente intervenire per fare il salto di qualità.

L’attacco, per la verità, con quaranta reti realizzate non è che abbia procurato salti di gioia visto che ha fatto meglio solo di cinque concorrenti: Cosenza, Livorno, Venezia, Padova e Carpi, tutte formazioni che hanno lottato per salvarsi (di cui due retrocesse).

La speranza di agganciare i play off all’ultimo tuffo è stata reale (e buttata al vento fra Spezia e Cittadella) ma i numeri sono tanto chiari quanto impietosi: meglio essere contenti della salvezza e guardare avanti senza rimpianti.