ASCOLI: TANTI NOMI, MA DAVANTI BISOGNA PRIMA VENDERE PER COMPRARE

A pochi giorni dalla chiusura del mercato tante le voci che circolano attorno all’Ascoli. Sistemato il parco portieri con Fulignati il diesse Tesoro guarda alla difesa. Ingrosso, che per infortunio non ha mai indossato la maglia bianconera nel girone di andata, dovrebbe tornare al Pisa che è proprietario del suo cartellino: il prestito bianconero finirebbe così in anticipo e successivamente Ingrosso verrebbe girato dalla società toscana al Foggia (che però in serata avrebbe ingaggiato il difensore Billong dal Benevento) . Per sostituire eventualmente Ingrosso radio mercato ha fatto due nomi: quello di Alessandro Ligi (trentenne centrale del Carpi) e quello di Franco Lepore (trentatreenne difensore del Lecce) indicato dal Corriere dello Sport. Sky Sport, invece, dà Lorenzo Valeau molto vicino al Catania, previo assenso della Roma.

Per il centrocampo sempre in piedi lo scambio con lo Spezia fra Baldini e Gennaro Acampora mentre Carpani è ormai in procinto di accasarsi al Rieti guidato dall’allenatore ex Samb Eziolino Capuano (manca solo l’ufficialità).

Tesoro guarda naturalmente con interesse soprattutto all’attacco ma prima di comprare bisogna vendere. Per Ngombo c’è solo qualche pista estera mentre Coly dovrebbe tornare alla Roma (anche lui finora non ha mai indossato la maglia bianconera per problemi fisici). A lasciare l’Ascoli sembra possa essere più Simone Ganz che Rosseti. Secondo la Gazzetta dello Sport il Carpi era interessato a Litteri del Venezia e all’attaccante bianconero figlio d’arte. Litteri è vicinissimo al Cosenza e questo potrebbe spalancare le porte per Ganz alla squadra emiliana guidata da Fabrizio Castori. A quel punto l’Ascoli potrebbe muoversi con concretezza alla caccia di un nuovo bomber ma Tesoro non è rimasto di sicuro finora con le mani in mano.