ARQUATA, I CARABINIERI BLOCCANO E DENUNCIANO DUE PERSONE PER FURTO IN ZONA ROSSA

E’ costante il controllo del territorio da parte del Comando Provinciale Carabinieri di Ascoli che ha messo a segno due distinte operazioni:

– ad Arquata del Tronto, i militari nella locale Stazione e del 13° Reggimento Friuli-Venezia Giulia in servizio di supporto sin dalle prime fasi post-terremoto, hanno sorpreso, nella zona rossa, su segnalazione di alcuni residenti, due soggetti incensurati di passaggio, che si erano appropriati, rovistando tra le macerie delle abitazioni, di alcuni beni tra cui utensili da lavoro, una stufa e una botte in rovere. I militari, in servizio continuo anti-sciacallaggio, li hanno immediatamente bloccati e perquisiti, rinvenendo il suddetto materiale e restituendolo ai legittimi proprietari. I due, di 55 e 50 anni, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato in concorso e inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità per essersi introdotti nella “zona rossa” senza autorizzazione;

– a Monteprandone, i Carabinieri della locale Stazione, dopo alcuni giorni di specifici servizi, hanno fermato e controllato un diciannovenne del posto, trovandolo in possesso di decine di grammi di marijuana, bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi, tutto sottoposto a sequestro. Il giovane, portato in caserma ed identificato, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operato dei Carabinieri continuerà in modo sempre più incisivo sul territorio provinciale, sia con funzione preventiva che repressiva.