ARDEMAGNI: “A CITTADELLA PER LA PARTITA DELLA VITA. PERCHE’ NON CREDERCI?”

Matteo Ardemagni ha infilato il rigore decisivo: “Tiro centrale? L’importante è che entri. Avevo pensato di angolarlo ma ho visto il portiere spostarsi sulla destra… Nessun accordo con Ciciretti, toccava a me: l’avevamo già deciso prima della partita. Quello che conta è aver vinto una partita difficile contro una squadra che attacca e difende in undici. Pensavo che questa sfida si sarebbe decisa su una palla inattiva o su un episodio e così è stato. Nella ripresa il Venezia attaccava da tutte le parti e noi siamo stati bravi a tenere botta. Ora sicuramente un pensiero ai play off ce lo facciamo. Perché non crederci? Siamo a tre punti, andremo a Cittadella a fare la partita della vita. Potevamo fare prima il salto di qualità ma c’è ancora tempo…”